Giosuè Facciolà

 

Nato a Reggio Calabria il 14/09/1992, intraprende il suo percorso di formazione teatrale nel 2015 con il Teatro Proskenion partecipando al progetto “Impronte ed ombre” lavoro per la memoria delle vittime innocenti di ‘Ndrangheta.

Nel 2016 si trasferisce a Milano e frequenta il corso propedeutico alla recitazione presso la Civica scuola di teatro “Paolo Grassi”.

Nel 2017 entra a far parte della compagnia “DopolavoroStadera” con la quale porterà in scena “Resistenze, ovvero: Aldo dice 26×1” e “Polenta e Sangue”. Nello stesso anno partecipa al corso “OTS: operatori teatrali nel sociale” tenuto da Pascal La Delfa. Dal 2017 collabora con il “CETEC: centro europeo teatro e carcere” storica realtà milanese che opera nel carcere di San Vittore.

Dal 2019 è membro della compagnia “Teatro Proskenion” prendendo parte ai lavori di: “Tikandì Akomì”, “Le nozze del Barone” e “Lèvate ‘a pistol down”.