Tikandì Akomì. Qualcosa Ancora

Loading Events

Tikandì Akomì. Qualcosa Ancora

08/17/2019 @ 06:00 pm - 08/17/2019 @ 09:00 pm

17 Aug 06:00 pm - 09:00 pm

Bova (RC)

Nei mesi di luglio e agosto sarà possibile assistere a “TIKANDÍ AKOMÍ. Qualcosa ancora” presso le sale dello storico Palazzo Mesiani sito in via San Costantino 8 Bova (RC). Cinque novelle e fiabe della Calabria Greca tratte dai “Testi Neogreci di Calabria” interpretate dagli attori del TeatroProskenion. Regia di Vincenzo Mercurio.
Nelle performance vengono utilizzati oggetti etnografici appartenenti alla collezione dell’Associazione “I Vignaioli” donata al Comune Di Bova.

APPUNTAMENTI: ogni venerdì e sabato dalle 18:00 alle 21:00
inizio delle repliche alle ore 18:00-19:00-20:00
Ingresso a contributo libero

È gradita la prenotazione scrivendo a teatroproskenion@gmail.com

Per gruppi (min 10 persone) è possibile prenotare in giorni differenti da quelli indicati, da concordare con l’organizzazione.
È prevista la presentazione delle performance in diverse lingue: inglese, tedesco, francese, portoghese, spagnolo.

Sarà possibile visitare la Giudecca collegata al Palazzo Mesiani e la mostra fotografica “I Majìa” – Immagini e altri Incantesimi della Calabria Greca a cura di Stefania e Paola Gareri e prodotta dal GAL Area Grecanica

SINOSSI
“Ta provatúća pu kánnusi pása sonáta” con Roxanne Bakowsky
Le pecorelle che eseguivano tutti i pezzi. Un pastore di nome Gianni, aveva delle pecore. Queste pecore avevano qualcosa di particolare: erano persone trasformate in pecore in una grande lotta contro i maghi alcuni anni prima. Nei primi tempi tutto il Paese pianse per il destino degli antenati che combatterono per la pace e la gente dimenticò l’accaduto. Gianni invece, diventò amico delle pecore e insegnò loro a suonare e a cantare fin quando un giorno il Re decise di rubarle.

“O Pínǵi Spánǵi” con Giosuè Facciolà
Pingi Spangi. Un giovane con il vizio del gioco delle carte, vende l’anima al diavolo in cambio di vincite sicure. San Pietro gli darà la possibilità di salvarsi e chiedere la grazia, ma il piano di Pingi Spangi è un altro.

“I máňi Auróra” con Chiara Orlando Iaria
La bella Aurora. Il geloso Peppino, fratello di tre sorelle, costruì tre lastre di marmo affinché nessun uomo potesse mai averle in sposa. La forza del Vento, del Sole e del Gelo però, riuscirono a portar via le sue sorelle che divennero mogli di tre maghi. Peppino dopo tempo si mise in viaggio alla ricerca della bella Aurora rinchiusa in un Castello. Nel viaggio incontrerà le sue sorelle che sosterranno il suo viaggio donandogli tre gomitoli magici.

“I anaráδa” con Alessandra Stelitano
La Anarada. Un fantasma, ma anche un essere dall’aspetto di donna coi piedi di mula, che secondo la tradizione si nutrirebbe divorando la gente. Nelle tradizioni popolari grecaniche il mondo animato da mostri e folletti è un elemento che ricorre spesso. Chi più chi meno, buoni o cattivi spiriti, essi sono gli eredi delle Nereidi o della Febea greca, e si nutrono di quel clima animistico che da sempre attraversa le credenze del popolo.

“I áyo beneditsynóni” con Francesco Turiano
La Santa Benedizione. Peppino, ultimo di tre figli, riceve in eredità dal padre morente un albero di pero e la sua benedizione. Arriverà un giorno una volpe a mangiar le pere del suo albero e svelerà a Peppino di essere la benedizione mandata dal padre.

Progetto grafico: Chiara Orlando Iaria

Details

  • Start:
    Aug 17 @ 06:00 pm
  • End:
    Aug 17 @ 09:00 pm

Organizer

Venue

Bova (RC)