Alessandra Stelitano

Psicologa, musicista e allieva del Teatro Proskenion.

Il suo approccio con l’arte inizia all’età di cinque anni con lo studio del pianoforte. Dopo aver conseguito la Licenza di Solfeggio e il Compimento Inferiore di Pianoforte, all’età di sedici anni decide di interrompere gli studi musicali accademici e di continuare il percorso intrapreso, esplorando anche alcune tecniche vocali, con il Maestro Caterina Figliolia, la cui personalità ne segnerà per sempre la formazione umana e le scelte future.

Inizia gli studi universitari in Psicologia e da autodidatta lo studio della chitarra e del flauto traverso. Interessata a unire le sue due passioni, psicologia e arte, nel 2010 prende parte al corso Clown in Forma, ideato dal Teatro Proskenion, con il contributo del Ministero delle Pari Opportunità, e finalizzato alla formazione in clown terapia. Dal 2011 inizia una collaborazione continuativa con il Proskenion partecipando alla co-conduzione di laboratori teatrali nelle scuole primarie, medie e superiori, e approfondendo sempre di più il linguaggio e le tecniche teatrali grazie ai Maestri della compagnia (Mariangela Berazzi, Vincenzo Mercurio, Nino Racco, Giovanni B. Gangemi)

Si laurea scrivendo una tesi sulla validità dell’intervento del clown nel lavoro di strada nei quartieri a rischio e sul teatro come strumento per avviare processi di coscientizzazione per contrastare il fenomeno mafioso, a conclusione del progetto “Un ponte per la memoria” che vede la realizzazione dello spettacolo “Lo specchio e il silenzio”.

Collabora con Istituti di psicologia per progetti sociali e di ricerca sui minori. Inizia a studiare e sperimentare modi efficaci per utilizzare le arti espressive anche in contesti di disagio, attuando laboratori a mediazione corporea ed espressiva per bambini, giovani e adulti, in diverse strutture sociali e sanitarie della Provincia di Reggio Calabria.

Partecipa a progetti di scambio interculturale, rimane affascinata dalla cultura orientale e, interessata ad approfondire lo studio del movimento corporeo e scenico, dal 2015 inizia ad apprendere alcune danze: la Tribal Fusion con la Maestra Lamia Barbara e il Maestro Eliran Amar; lo stile Egiziano e il Folklore Arabo con la Maestra Chiara Saccomanno.

Comincia lo studio dei tamburi a cornice con il Maestro Nando Brusco, CONTINUA L’ESPLORAZIONE DELLE TECNICHE VOCALI CON I MAESTRI STEFANIA CAMPICELLI E NINO MAUCERI e da autodidatta suona il charango. 

Le sue origini grecaniche la richiamano ad approfondimenti di tipo etno-antropologico attraverso lo studio delle tradizioni e della lingua greca di Calabria, avviando un processo di lavoro di teatro e comunità nel Borgo di Bova.

CONTATTI:

alessandrastelitano@gmail.com